Viaggi: tutte le preferenze degli italiani

preferenze degli italiani

Dove vanno gli italiani quando partono per un weekend? E quando prendono un periodo di ferie più lungo? Quali sono invece le mete per quanto riguarda gli affari? A dare queste ma anche moltissime altre risposte è un sondaggio dell’Istat che ha raccolto informazioni circa le abitudini di milioni di viaggiatori.

Sì perché è di milioni di spostamenti che stiamo parlando: 66 milioni e 347mila per l’esattezza sono infatti i viaggi con pernottamento prenotati dagli italiani con un interessante incremento rispetto all’anno precedente.

Non sono gli italiani viaggiano di più ma prenotano anche vacanze più lunghe stando alle stime che si attestano attorno ad una media di 5,8 notti, 6 per le vacanze e 3,5 per i viaggi di lavoro, grazie anche alle varie offerte online che permettono di risparmiare, come sul sito https://www.optatravel.com/offerte-giorno/.

Non mancano mete esotiche e viaggi come si suol dire “diversi” ma, nel complesso, gli italiani hanno abitudini molto simili. Se si tratta di restare nel Bel Paese scelgono infatti perlopiù il Trentino Alto Adige, d’estate si orientano verso la Puglia e in Primavera in Campania. Weekend brevi e mangerecci conducono molti in Emilia Romagna. Se, invece, si tratta di andare all’estero la meta preferita è la Spagna mentre la meta lontana più gettonata sono gli Stati Uniti.

La Spagna- spiega al proposito l’Istat – è la meta preferita per le vacanze lunghe all’estero (13,6%), la Francia per quelle brevi (15,8%) e per i viaggi di affari (17,7%). Tra i viaggi con mete extra-europee, gli Stati Uniti sono la destinazione preferita per le vacanze lunghe (4,1%) ma soprattutto per i viaggi d’affari (7,1%).

Ora che abbiamo scoperto dove andiamo invece a vedere quando gli italiani preferiscono spostarsi.

Durante la stagione estiva –specifica l’Ente – si concentra il 41,3% dei viaggi e oltre un terzo della popolazione parte per le vacanze (+7,6% rispetto all’estate 2016). In estate, la durata media delle vacanze (8,4 notti) è quasi il doppio di quella degli altri trimestri. Le sole vacanze lunghe durano in media, in questo periodo, 10,8 notti.

Se le mete restano più o meno le stesse cambiano le abitudini. Il 55,7% dei viaggi viene infatti prenotato direttamente, il 36,6% avviene senza prenotazione e solo il 7,4% tramite agenzia. La quota di viaggi prenotati via Internet aumenta, rispetto al 2016, di oltre cinque punti percentuali, interessando il 44,0% delle vacanze lunghe e il 55,0% dei viaggi di lavoro.

Le vacanze si effettuano prevalentemente per trascorrere un periodo di riposo o svago, soprattutto in Italia (54,7%). I residenti visitano, in proporzione, il patrimonio artistico, monumentale o archeologico più all’estero che in Italia (26,0% contro 11,7%).

L’auto rimane il mezzo di trasporto più utilizzato per viaggiare (61,4% dei viaggi), soprattutto per le vacanze brevi (66,3%). Seguono aereo (18,6%) e treno (9,8%). Qualche dato, infine, per quanto riguarda le escursioni: sono 70milioni e 669 mila le persone che scelgono questa formula anche se si tratta di un trend in diminuzione (-4,7% rispetto al 2016). La quasi totalità di queste escursioni avviene inoltre in Italia (97,5%), nel 65,0% dei casi per svagarsi, nel 15,1% per far visita a parenti o amici.

Be the first to comment on "Viaggi: tutte le preferenze degli italiani"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*