Turismo: i dati Istat sulle vacanze degli italiani

vacanze degli italiani

Viaggi e vacanze in Italia e all’estero”: questo il nome dell’ultimo report dell’Istat relativo al settore del turismo, alle abitudini dei vacanzieri e, in particolar modo, alla crescita costante che si sta registrando in questi ultimi anni. Andiamo quindi ad analizzare il report per capire cosa sta succedendo al turismo italiano.

Il trimestre estivo resta il preferito dagli italiani: parte infatti per le vacanze circa un terzo della popolazione (32,3%). In particolare, il 28% dei residenti fa almeno una vacanza lunga e il 10,4% almeno una breve. Rispetto poi all’estate del 2015, i vacanzieri sono aumentati del 13,7%, un incremento che riguarda soprattutto la fascia tra i 25-34enni (+35,2%) e gli over55 (+29,3%).

Nel 2016, si stima che il numero di viaggi con pernottamento effettuati dai residenti in Italia sia pari a 66 milioni e 55 mila. Per la prima volta, dopo sette anni, la variazione è positiva rispetto all’anno precedente (+13,7%).

Sempre rispetto al 2015 la durata media dei viaggi si riduce però lievemente, attestandosi a 5,4 notti, per un totale di circa 356 milioni di pernottamenti. Le vacanze brevi (fino a tre pernottamenti), stimate in 29,3 milioni, crescono del 20,7% rispetto al 2015, quelle lunghe, pari a 29,9 milioni, dell’11,3%.

Nel 82,8% dei viaggi i residenti scelgono come destinazione località nazionali. I viaggi all’estero (17,2% dei viaggi) avvengono soprattutto verso i Paesi dell’Unione europea (9,8%). Le vacanze estive trascorse in Italia hanno più frequentemente come destinazione la Puglia (12,9%) e l’Emilia-Romagna (11,4%), mentre il Trentino-Alto Adige è la meta preferita in inverno (24,8%) e autunno (16,3%).

La Spagna è la meta più scelta per le vacanze lunghe all’estero (12%), la Francia – continua l’Istat – per quelle brevi (22,1%), mentre la Germania è il paese piu’ frequentato per motivi di affari (17,4% dei viaggi di lavoro all’estero). Tra i viaggi con mete extra-europee, gli Stati Uniti sono la destinazione preferita per le vacanze lunghe (16,4%), la Cina per i viaggi d’affari (8,4%).

Per quanto riguarda invece gli alloggi, quelli privati si confermano la sistemazione preferita (55,6% dei viaggi, 62,1% delle notti). Le strutture collettive sono gli alloggi più frequentati per i viaggi di lavoro (75,3% dei viaggi, 61,1% delle notti). Oltre la metà dei viaggi è prenotata direttamente, circa il 42% avviene senza prenotazione e solo il 7% tramite agenzia. La prenotazione via Internet sfiora il 40% dei viaggi (30% di vacanze in piu’ rispetto al 2015).

Be the first to comment on "Turismo: i dati Istat sulle vacanze degli italiani"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*