Presentato FEDOR, il robot per le missioni spaziali

robot per missioni spaziali

Un vero e proprio robot davvero molto simile a quelli resi celebri da tanti film cult degli anni ’80: stiamo parlando di “FEDOR”, la versione reale di Terminator (o RoboCop se preferite) recentemente presentata alla stampa dal vice Primo Ministro russo Dmitry Rogozin.

Proviene infatti dalla Russia il robot che, almeno stando al video rilasciato dalla autorità di Mosca, sembrerebbe davvero in grado di imitare con estrema verosimiglianza i suoi “predecessori” di Hollywood, arrivando addirittura a maneggiare con estrema precisione armi da fuoco. Come già accennato, si chiama FEDOR, acronimo che sta per “Final Experimental Demonstration Object Research, e nel video lo si vede utilizzare con maestria due pistole, colpendo senza alcuna difficoltà alcuni bersagli mobili.

Ma le somiglianze con il terribile cyborg interpretato da Arnold Schwarzenegger finiscono qui: il robot russo non è infatti stato progettato per la guerra, bensì per l’esplorazione spaziale e per il supporto degli astronuati. Secondo Rogozin, il video pubblicato su Twitter è servito soprattutto a dimostrare la destrezza di FEDOR e la sua capacità di utilizzo di algoritmi per svolgere i compiti che gli vengono assegnati. Insomma: se riesce a sparare così bene, figurarsi cosa altro può fare. Almeno l’intento degli scienziati russi è sembrato essere questo, anche se qualche timore lo hanno scatenato.

Il robot era in realtà stato mostrato al pubblico già lo scorso anno, in quell’occasione però svolgeva i veri compiti per i quali è stato sviluppato, quelli cioè legati ai viaggi nello spazio. L’obiettivo del progetto è proprio quello: trasformare nel giro di pochi anni FEDOR in un perfetto assistente per gli astronauti impegnati in missioni spaziali. Il tutto per poterlo poi utilizzare all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, obiettivo che secondo il governo russo potrà essere raggiunto con estrema scioltezza entro il 2021.

Come più volte ribadito, il lavoro di FEDOR all’interno della ISS in orbita attorno al pianeta sarà esente dalla possibilità di utilizzare armi, ma il Terminator russo sembra essere comunque pronto a tutto.

Il video di Twitter nel quale è stata inserita la versione “belligerante” di FEDOR è infatti caratterizzato anche da alcune dimostrazioni di altri sistemi armati autonomi, come ad esempio un carro armato comandabile a distanza in grado di abbattere bersagli immobili e in movimento anche sparando attraverso cortine fumogene. Il robot, dal canto suo, può colpire bersagli multipli sparando con due pistole contemporaneamente, ma per il momento non viene ancora mostrato in movimento.

Be the first to comment on "Presentato FEDOR, il robot per le missioni spaziali"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*