Quali formaggi scegliere per non aumentare il colesterolo

Quali formaggi scegliere

Amate i formaggi ma temete i grassi o soffrite di colesterolo alto?

Niente paura! Per poter continuare a mangiare la vostra passione concentrate l’attenzione sui formaggi di capra. Sono tanti gli studi che hanno dimostrato che i formaggi a base di latte di capra non solo non fanno male, ma fanno addirittura bene alla nostra salute. Sono ricchi di sostanze nutrienti e ottimi per l’organismo, ma poco conosciuti.

Il sapore forte che li caratterizza limita la loro diffusione e li rende un alimento di nicchia, ma imparando a conoscerli meglio quasi sicuramente finirete per amarli. Ma partiamo dalle origini. Da sempre il latte di capra si utilizza come sostituto di quello materno, è infatti il più simile. Ricco di ferro, fosforo, potassio, riboflavina, taurina e calcio, è un alimento perfetto per lo sviluppo fisico e celebrale dei bambini.

Fin dall’antichità le donne che producevano, o non producevano per niente, latte materno nutrivano i loro bambini con il latte di capra, o con quello d’asina, in questo modo i neonati crescevano sani e senza carenze di alcun tipo. Il formaggio caprino, rispetto a quello di mucca, è inoltre altamente digeribile e tollerato da chi è allergico.

Ha poi un basso contenuto di grassi e quelli presenti sono nettamente migliori e inibiscono l’accumulo di colesterolo. Ma non tutti i formaggi di capra hanno questa peculiarità. Bisogna infatti imparare a riconoscerli e a distinguerli, preferite sempre i formaggi meno stagionati, come ad esempio il caprino ed evitate quelli eccessivamente stagionati. Questi ultimi, rispetto ai primi, contengono quantità più alte di colesterolo e acidi grassi.

Il caprino fresco, ricchissimo di fermenti lattici che aiutano il nostro intestino e che sgonfiano l’addome, è quello più raccomandato insieme alla crescenza caprina, allo stracchino e alla ricotta a base di latte di capra. Vi innamorerete della consistenza cremosa, del bianco candido e di quel particolare sapore ineguagliabile. Provare per credere! Inoltre in cucina sono alimenti versatili, ottimi per creare fantasiosi primi piatti e da accompagnare a ricche insalate o a secondi di carne e pesce.

Ma attenzione a scaldarli o a cuocerli troppo, il latte e il formaggio di capra vanno assunti prevalentemente freschi per evitare di alterarne il sapore. Essendo più ricco di nutrienti ha un elevato valore saziante, nota di merito che gli permette di entrare di diritto all’interno di un regime alimentare dietetico. Un alimento completo dunque, che soddisfa palato, vista e salute.

Be the first to comment on "Quali formaggi scegliere per non aumentare il colesterolo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*