Trasloco: le fasi più importanti

trasloco fasi importanti

Il trasloco è un’attività impegnativa, cui conviene prepararsi con grande anticipo. Molte delle cose che si devono fare durante il trasloco possono infatti essere anticipate, anche di varie settimane, in modo da spalmare su un periodo più lungo il lavoro da svolgere.

Prima fase: l’organizzazione

Un buon trasloco comincia con una buona organizzazione. È bene infatti decidere per tempo quali siano le attività da svolgere per prime e quali invece possono essere lasciate per l’ultimo momento.

Si devono anche evidenziare quali sono glia veri che possono essere inscatolati e imballati in anticipo, e quali invece sono utili sino all’ultimo secondo. Decidere di avere l’aiuto da parte di una ditta traslochi Roma è sempre una buona idea, perché buona parte dell’organizzazione e del lavoro saranno svolti da personale specializzato.

Seconda fare: le scatole

Molto spesso si conosce la data del trasloco con grande anticipo. Questo ci dà la possibilità di cominciare anche varie settimane prima ad imballare i nostri averi. Alcuni mobili e oggetti li utilizziamo quotidianamente, altri invece hanno un utilizzo saltuario, e spesso non servono affatto in particolari periodi dell’anno. Ad esempio ad agosto non servono gli abiti invernali, e viceversa.

Tutte le suppellettili superflue, o che si usano solo in alcuni periodi dell’anno, possono essere inscatolate senza problemi. Si sceglie una zona della casa, dove le scatole non siano d’intralcio, e vi si pongono tutti i pacchi già pronti, preparati evitando le dimensioni e il peso eccessivi.

Terza fase: traslocare le utenze

Mentre si preparano le prime cose per il trasloco è importante verificare anche quale sia la corretta procedura per trasferire le utenze al nuovo domicilio.

Ogni azienda ha infatti una procedura specifica da seguire, per alcune servono varie settimane per ottenere il trasloco dell’utenza, quindi è bene prevederlo in anticipo, per nono trovarsi sorprese sgradevoli: arrivare nella nuova casa senza l’acqua corrente non fa piacere a nessuno.

Quarta fase: il trasloco vero e proprio

A questo punto non c’è altro da fare che traslocare. Gli ultimi mobili saranno smontati e imballati e tutta la merce sarà caricata su un camion o su un furgone. Se tutte le fasi precedenti sono state fatte con cura, il trasloco si svolgerà senza troppi intoppi.

Si tratta comunque di almeno una giornata di lavoro frenetico. Una volta trasportata la merce, la si dovrà scaricare e posizionare, mettendo ogni mobile e ogni scatola nella corretta stanza di destinazione.

Be the first to comment on "Trasloco: le fasi più importanti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*