Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Settimanale di propaganda riformista | Numero 134 del 23 gennaio 2014

Scroll to top

Top

Le bombe intelligentiLegge elettorale. Non fallisca ancora l'appalto dei lavori straordinari

di Stefano Ceccanti | 22/01/2014
Legge elettorale. Non fallisca ancora l'appalto dei lavori straordinari

Contro l'accordo vengono anzitutto eccepiti vari problemi di costituzionalità, il che già rappresenta un'anomalia se ciò accade in sede politica. Le direzioni dei partiti dovrebbero concentrarsi anzitutto sulla corrispondenza tra finalità e strumenti più che trasformarsi in seminari di diritto costituzionale con conclusioni che su quel piano sono nel migliore dei casi opinabili.

Leggi tutto

-

Le bombe intelligentiL’Italicum: una scommessa sul futuro fra elettori e partiti

di Luciano Fasano | 23/01/2014
L’Italicum: una scommessa sul futuro fra elettori e partiti

Rispetto sia alla frammentazione partitica sia alla stabilità di governo, la riforma elettorale si prospetta come una scommessa sul futuro. Poiché mette a disposizione dei partiti più grandi l’opportunità per conseguire maggioranze parlamentari sufficienti a governare, così come li espone al rischio di una coabitazione forzata con partiti piccoli 

Leggi tutto

-

Bar SportRenzi e gli "88 folli" della palude proporzionale

di Vittorio Ferla | 22/01/2014
Renzi e gli "88 folli" della palude proporzionale

Nel film di Tarantino, per esempio, c’è la paradigmatica scena degli “88 folli”, la squadra di pretoriani di O-Ren Ishii, una donna spietata a capo della Yakuza. La protagonista Beatrix Kiddo li elimina uno per volta. Chi sono, nella politica italian, gli ‘88 folli’, quelli che la ‘Sposa’-Renzi dovrà incrociare sul suo cammino prima di affrontare l’ultimo duello?

Leggi tutto

-

Le bombe intelligentiLegge elettorale, un buon compromesso

di Tommaso Nannicini | 22/01/2014
Legge elettorale, un buon compromesso

Introducendo la direzione Pd che ha ratificato l’accordo, Renzi è stato molto convincente nel difenderlo. Che il sindaco di Firenze abbia spiccate doti persuasive non è una scoperta. Ma nel presentare il compromesso raggiunto le ha sfoderate tutte.

Leggi tutto

-

Le bombe intelligentiIl male Italicum? La scarsa memoria

di Antonio Vastarelli | 22/01/2014
Il male Italicum? La scarsa memoria

Cuperlo ha dimenticato che il più fiero oppositore delle preferenze negli ultimi decenni è statoil Pci-Pds dal quale proviene, che contribuì – insieme a Segni per via referendaria - prima (nel 1991) a portare da quattro ad una il numero di preferenze che era possibile esprimere in un’elezione politica e poi (nel 1993) a mandare in pensione definitivamente le preferenze, considerate un sistema di scelta dei parlamentari che genera corruzione 

Leggi tutto

-

Bar SportIl riformismo dimenticato

di Dario Forti | 22/01/2014
Il riformismo dimenticato

Mortificante è il constatare, a distanza di vent’anni, che le carte erano sul tavolo fin dai primi anni ’80. Che – come già Franchi aveva ben chiarito – l’opzione riformista liberale (fatta di diritti civili, apertura al mercato, superamento della partitocrazia, lotta alla mafia…), era già emersa come la risposta all’imminente simultanea crisi del comunismo e della socialdemocrazia

Leggi tutto

-